Drunk Football. Le pagelle ignoranti di Fabio Gatti

LE PAGELLE IGNORANTI DI FABIO GATTI

Dopo la super partita di ieri sera non potevano assolutamente mancare le PAGELLE IGNORANTI.

Ghislotti 8,5: La spensieratezza di un bimbo e le occhiaie di un tossico cinquantenne. Si presenta con un riscaldamento a base di Gin Tonic servito in una bottiglia svuotata di latte Faraldi. Durante il match prova a fare discorsi che però non si riescono a comprendere. Non può nulla sui due gol subiti, lo ricordiamo soprattutto per essere stato insieme a bozzelli, uno dei creatori della pioggia dorata in un campo di calcio. NO GHISLO NO PARTY

MARCUCCI 8: un eroe. Decide di abbandonare ufficialmente il calcio giocato e nemmeno 24 ore dopo e già al campo ubriaco, con zaino con cannuccia incorporata per poter bere “live” durante la partita. Segna il gol del 2-0 con il suo pezzo pregiato, un mezzo shoot alla Marcuc. Le sue urla durante la partita mandano in visibilio tutto lo stadio. #EPICMARCUC

DE LISI 7,5: il capitano dello Sciampo Team era il più quotato per non reggere una sega. C’è gente che lo dava già spacciato dopo due succhi pago al gusto albicocca e pesca, invece il buon Sciampetto si tira giù 4 ceres, entrando in campo per suonare la carica ai suoi…ma sceglie un pezzo di Paola e Chiara. ANDROMEDA

SCALARANDIS sv: nemmeno il tempo di cominciare e deve subito abbandonare il campo per colpa di uno scontro di gioco contro un peso piuma come Andrea Gatti. Per lui il referto medico parla chiaro e male: frattura del 2 e 3 metatarso e un mese di gesso. SFORTUNATO

VALENZISE 10: è lui l’uomo partita. Cade da solo, piscia in campo, ma segna l’uno a zero.
Ma è il post partita che lo rende il Man Of The Match, esausto e ubriaco fradicio si accascia al suolo con la fidanzata che lo prova ad aiutare e conclude il tutto con una bella vomitata.
Ubriaco marcio, vomita in un campo di calcio, non si regge in piedi, portato via di peso da due ragazze… MA HA ANCHE DEI DIFETTI ❤

BOZZELLI 9: si è rischiato di perderlo nel pomeriggio, ma il Boz non poteva lasciare da solo i suoi compagni. PogBoz prende in mano la squadra e ne combina di ogni. Non azzecca i passaggio, fa sfida con i fratelli Gatti per la palma del più lento in campo, ma regala perle incredibili: morsica Sash durante l’esultanza che lascia il segno sul dente del malcapitato bomber, picchia Prette negli spogliatoi graffiandolo come un agnellino dentro una gabbia di leoni. Verrà ricordato per la pioggia dorata durante una partita di calcio contro un avversario.

GATTI FABIO 7,5: capello leccatissimo resistenza calcestruzzo armato, fiatella di Fabio Fazio appena sveglio e violenza gratuita. Il capitano del Real Bellesdenuit che a maggio diventerà pure padre.vuole addormentarsi in campo tra primo e secondo tempo, rischiando di essere lasciato lì dalla compagna seduta in tribuna e disperata per averlo scelto come compagno di vita. Il mezzo voto in più per aver organizzato tutto l’ambaradam.
DIRETTORE

DONETTI 9,5: il re degli ignoranti. Dopo la macchinata ignorante a Leicester, le presenze al Nikki Beach con la maglia di Acquafresca, il ragazzo d’oro non può che essere parte di questo match. Rischia più volte il sequestro per via dell orologio d’oro che porta al polso, ma è lui l’autentica sorpresa della serata. Non ci ricordiamo molto di lui in campo se non della maglietta di Drinkwater con la quale si presenta. Conclude la serata con ricordi vaghi di come sia tornato a casa, facendo suonare tutti gli allarmi del monolocale di Corso Inglesi dove vive.
L’IGNORANTE

GATTI ANDREA 9: beve da una settimana senza sosta come un alpino per prepararsi al meglio alla partita.
Segna i due gol che permettono alla squadra di pareggiare la partita, finisce la partita con un dente di Bozzelli in fronte e i due metatarsi di Scalarandis in tasca. KILLER

ARBITRO Romano Lupi 12: l’autentico top player dell evento. Si presenta al Bar con il suo passo felpato e un pantalone sbottonato già dalla cerniera. In scioltezza alle sei decide di farsi 3/4 Rhum lisci.
Al campo è più ubriaco dei giocatori, ma arbitra davvero bene. Grandissimi i suoi rimproveri ai giocatori a suon di bestemmie ed invocazioni a divinità con la combo uomo+animale+animale2+aggettivo brutto.
Al ristorante, dopo la partita, si lancia in pezzi alla Vasco/Piero Pelu/Ligabue che quasi quasi ci scappa la convocazione a XFACTOR.
UNICO

Leave a Reply