Ospedaletti, Gian Marco Alasia in gol nella sconfitta col Borzoli:”Partita a due facce. La mia stagione? Di crescita, sia calcistica che caratteriale”

L‘Ospedaletti esce sconfitto 4-3 dal campo del Borzoli e deve dire addio al sogno dei play-off. Ai nostri microfoni Gian Marco Alasia, autore di un gol di pregevolissima fattura:

È stata una partita che possiamo definire a due facce. Nel primo tempo, dopo aver subito il gol, ci siamo “svegliati” e abbiamo trovato immediatamente la rete del pareggio e con la mia siamo riusciti a ribaltare il risultato e allo scadere siamo andati sul 3-1 con il gol di Fabio Sturaro. Poi non so spiegare quello che è successo, forse abbiamo perso la concentrazione, forse pensavamo di aver già vinto, non so…Siamo rientrati dagli spogliatoi e proprio all’inizio del secondo tempo abbiamo subito il 3-2  e poi in 20 minuti ci siamo ritrovati sotto 4-3. Abbiamo avuto una reazione, abbiamo ricominciato a giocare, anche grazie all’ingresso in campo di giocatori più freschi, ma purtroppo non siamo riusciti a trovare il pareggio.

Come giudichi la tua stagione?

Sono tornato a casa dopo una bellissima stagione, sotto tutti i punti di vista, in prestito al Taggia e quindi avevo l’obbligo di confermare quello che di buono avevo fatto l’anno scorso. Mi sono ritrovato a cimentarmi con un nuovo ruolo, che anche se con qualche difficoltà, penso di aver ricoperto al meglio. Direi che è stata una stagione di crescita sia calcistica che caratteriale.