Veloce 1910-Sanremo 80, Rocky Siberie: “Siamo stati sfortunati, ma siamo vivi”

Una sconfitta che non demoralizza il Sanremo 80, sempre più consapevoli della loro forza. Di questo è convinto Rocky Siberie, colonna portante della squadra matuziana.

Rocky, cosa non ha funzionato oggi?

“Dobbiamo innanzitutto dire che loro sono una grande squadra. Giocano bene a calcio, sono ben messi in campo e dunque non era facile. Durante la partita il nostro portiere ha compiuto due/tre miracoli ed in più loro hanno avuto molte occasioni per segnare. Sul 2-2 ho avuto l’occasione di portare la squadra in vantaggio ma non ci sono riuscito. Poi l’arbitro ha deciso per il rigore a favore per gli avversari e ne prendiamo atto, ma non abbiamo assolutamente demeritato”. 

Nonostante la sconfitta, il tuo score personale è formidabile. Tredicesimo goal in campionato. 

Oggi sarei stato più contento se fosse arrivata la vittoria ma vedo che nel corso della stagione i miei goal sono serviti alla squadra e questa è la cosa che mi soddisfa di più. 

Obbiettivo personale? Classifica capocannonieri? 

Assolutamente si. L’obbiettivo minimo che mi sono posto è arrivare a 20 goal e sono sicuro che la squadra mi aiuterà ad arrivare a questo traguardo”.