sponsor_P
sponsor_P

Il cordoglio del Ventimiglia per la morte di Niccolò Bosio:”È stato bello vederti con la nostra maglia”

Ci sono notizie che non si vorrebbero mai ricevere, o articoli che non si vorrebbero mai scrivere.

Sono pezzi come questo, che in chi li scrive lasciano un buio profondo, di quelli destinati a durare a lungo.

Oggi è morto Niccolò Bosio, 31 anni, figlio dell’avvocato Marco Bosio e della dottoressa Elisabetta Barletta.

Noi che lo abbiamo conosciuto sappiamo che Niccolò era un ragazzo che sprizzava salute ed energia. Era davvero una persona meravigliosa che ha sempre mostrato serenità, felicità e che andava d’accordo proprio con tutti.

All’epoca era iscritto al quarto anno del Liceo Classico Aprosio di Ventimiglia ed era un promettente centrocampista del Ventimiglia Calcio.

A soli diciassette anni era già un giocatore fondamentale nella prima squadra granata e una grande promessa sportiva.

Quel maledetto venerdì 17 aprile 2009 si era allenato nel tardo pomeriggio, poi con un amico si era diretto verso l’A10.

E la sua vita si è fermata quella sera.

In tutti questi anni Niccolò ha continuato a combattere, fino a oggi quando purtroppo il suo cuore si è arreso.

Al papà, alla mamma, al fratello Luca, alla sorella Greta e a tutti i parenti e gli amici di Niccolò, vanno le più sentite condoglianze da parte di tutta la grande famiglia del Ventimiglia calcio.

Niccolò, in questo momento siamo devastati, ci piace ricordare la tua faccia sorridente e piena di luce che ci chiede di essere ricordato con un sorriso.

Ti chiediamo scusa ma oggi non ce la facciamo proprio, oggi resteremo in silenzio, ma il nostro sorriso (te lo promettiamo) lo avrai per sempre.

Ciao Niccolò, è stato bello averti conosciuto, è stato gratificante vederti giocare con grande coraggio e grande determinazione con la nostra maglia.

Fai un buon viaggio.

condividi:

condividi:

Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Flash
Calcio Flash Ponente