Sanremese – Saluzzo 2-0: il racconto del match

Dopo la sosta la Sanremese torna in campo al Comunale contro il Saluzzo. Impegno ostico per i biancoazzurri che affrontano una squadra in salute reduce dalla vittoria nel recupero contro il Fossano. I granata devono fare a meno dello squalificato Bedino. Diverse invece le assenze tra i matuziani che non possono disporre dello squalificato Demontis e di Gennaro, Murgia, Sturaro e Doratiotto. Convitto, che ha perso improvvisamente la madre nella notte tra venerdì e sabato, è in Sicilia. La Sanremese scende in campo col lutto al braccio e vuole dedicare i tre punti al suo attaccante.

La gara è a senso unico fin dal primo minuto: la Sanremese attacca, il Saluzzo si difende e cerca di ripartire in contropiede. Andreoletti, che torna in panchina dopo aver scontato le tre giornate di squalifica, rilancia dal primo minuto Gemignani a centrocampo e inserisce Gagliardi a supporto delle due punte Vita e Pellicanò.

Il primo tiro all’8’ è degli ospiti: corner di Sardo, testa di Soumahoro, palla fuori. Poi inizia a macinare gioco la squadra matuziana.

Al 17’ cross di Miccoli, Vita ben piazzato di testa non inquadra il bersaglio. Al 22’ Gagliardi, lanciato dalle retrovie, supera il portiere in uscita, mette in mezzo, Caldarola salva la propria porta e spazza via il pallone.

Al 32’ ci prova ancora Vita, appena entrato in area dalla sinistra, con un diagonale velenoso, palla fuori.

Nella ripresa si fa vedere al 50’ Pellicanò, ma il giovane attaccante calcia sull’esterno della rete. Al 54’ il Saluzzo si affaccia timidamente dalle parti di Dragone con una conclusione di Sardo, il portiere biancoazzurro para senza problemi.

Mister Andreoletti al 57’ opera un doppio cambio: dentro Pici e Gerace, fuori Ponzio e Pellicanò. Passano pochi minuti e la gara si sblocca: è il 61’ quando Vita inventa un gran gol. L’attaccante riceve palla in area, stoppa il pallone di petto e col destro scaraventa il pallone in rete con l’aiuto del palo. La parabola a giro è maligna e chirurgica, nulla da fare per De Marino. Sanremese in vantaggio!

I padroni di casa continuano a spingere sull’acceleratore per chiudere il match. Al 66’ Bregliano crossa da destra, Gagliardi conclude sul fondo. Sono le prove generali del raddoppio che arriverà una manciata di minuti dopo.

Al 71’ Castaldo rileva Fenati e la Sanremese passa al 3-5-2.

Il 2-0 giunge all’80’: Gagliardi riceve palla nel cuore dell’area ospite dopo un batti e ribatti e scaraventa in rete con rabbia. Nulla da fare anche stavolta per De Marino. Sanremese – Saluzzo 2-0.

Dragone deve compiere soltanto un intervento all’83’ disinnescando un tiro di Tosi. Il Saluzzo ci prova con generosità ma non riesce a rendersi mai pericoloso.

Nel finale c’è gloria anche per i giovani Managò e Fava che entrano al posto di Gagliardi e Danovaro. Per Managò, prodotto del vivaio, classe ’02, è l’esordio assoluto in D.

Dopo cinque minuti di recupero l’arbitro Vailati di Crema manda tutti negli spogliatoi. Finisce 2-0 per la Sanremese che conquista tre punti importantissimi in chiave play off. Tre punti da dedicare con il cuore a Roberto Convitto da parte di tutto il mondo biancoazzurro.

Fabrizio Prisco

 

IL TABELLINO

SANREMESE: Dragone, Ponzio (57’ Gerace), Bregliano, Mikhaylovskiy, Gagliardi (91’ Managò), Vita, Miccoli, Gemignani, Danovaro (93’ Fava), Pellicanò (57’ Pici), Fenati (71’ Castaldo). A disposizione: Giletta, Lo Bosco, Scarella, Bastita. Allenatore Matteo Andreoletti

SALUZZO: De Marino, Ali (75’ Carrer), Arkaxhiu (70’ Tosi), Caldarola (77’ Serra), Carli, Soumahoro, Gonella, Mazzafera, Clerici (60’ Maugeri), Sardo, Barale. A disposizione: Lerda, Supernino, Clerici, Giordano, Gaboardi. Allenatore Riccardo Boschetto

ARBITRO: Gianmarco Vailati di Crema

ASSISTENTI: Andrea Manzini di Voghera, Bruno Galigani di Sondrio

RETI: 61’ Vita, 80’ Gagliardi

NOTE: Giornata tipicamente invernale, gara a porte chiuse. Ammoniti Bregliano, Fenati, Carli, Serra, Gerace. Angoli 4-4. Recupero 0’ pt, 5’ st.