Lorenzo Anselmo, un bomber da oltre 100 gol in carriera

received_1619890778036880

Foto di Danilo Vigo

Lorenzo Anselmo, attaccante del Legino classe ’89, alto 178 cm per 75 kg, è uno degli indiscussi protagonisti del campionato di Promozione Girone A. Un curriculum di tutto rispetto per Anselmo, 3 promozioni(2 campionati e un play-off vinti) e ben 111 gol realizzati in carriera. La miglior stagione dal punto di vista realizzativo è stata con la maglia del Legino, quando realizzò 24 reti in campionato e 4 nei play-off. Quest’anno ha già messo a referto 10 gol, 7 in campionato e 3 in coppa Liguria. Giocatore in grado di fare la differenza e di inventarsi la giocata in qualsiasi momento, bravo nel dribbling e nella costruzione dell’azione, grazie ad un’ottima visione di gioco. Tiro preciso e potente, unito ad un innato senso del gol, fanno di Anselmo uno dei bomber più forti dell’intero panorama calcistico ponentino.

Come ti trovi al Legino?

Al Legino mi trovo benissimo, in questa società ho vissuto delle belle stagioni e siamo un bel gruppo.

Il tuo obiettivo personale e quello di squadra?

Il mio obiettivo personale coincide con quello della squadra, ovvero di migliorare il piazzamento dell’anno precedente e cercare di arrivare ai play-off. Sappiamo che non sarà facile, ci sono squadre molto attrezzate ed è un campionato molto livellato ed equilibrato.

Sei un grande bomber, secondo te chi vince la Scarpa d’oro del Ponente?

Per la Scarpa d’oro Gandolfo, per il Pallone d’oro sinceramente non lo so perché non vedo i giocatori delle altre categorie. Se lo dovessi dare a uno della mia categoria lo darei a Capello, portiere del Legino.

Chi vedi come favorito alla vittoria del campionato?

Per quanto riguarda il campionato non mi sbilancio in quanto dobbiamo ancora giocare con Praese, Pietra, Campomorone e Taggia. Di quelle che ho visto, Cairese e Bragno sono quelle che mi hanno impressionato di più siacome gioco e come organizzazione, ma noi non siamo stati inferiori a nessuno.